Discussioni sulla fotografia
 

Sviluppo ferrania p3 pancromatica (anni 60)

enrico.manna@gmail.com 15 Giu 2017 14:22
Ciao a tutti
ho ritrovato in soffitta, in un cassetto, un rullino ferrania p3 pancromatica
(36exp). A occhio dovrebbe essere dei primissimi anni 60 :-0

A quanto ne so, il rullino a suo tempo fu usato, ma ovviamente mai sviluppato.
E in effetti la pellicola è "dentro".

Dovrebbero esserci foto di famiglia (io ancora non ero nato, ma mancava
poco....)
e quindi mi preme non av*****armi in esperimenti che potrebbero
irrimediabilmente compromettere il tesoro

mi chiedo, e vi chiedo:
sarà ancora sviluppabile? (i.e. uscira fuori qualcosa?)
a chi rivolgersi (roma ma anche fuori) per un lavoro serio?
come ultimissima ipotesi, che vorrei escludere, se la portassi a un minilab? i
dubbi qui sarebbero: affidabilità del minilab quanto a qualità dei chimici
usati, e tipo di processo da utilizzare.

qualche anima pia più pratica di me è in grado di dare qualche dritta?

grazie mille
Enrico
enrico.manna@gmail.com 15 Giu 2017 15:44
Il giorno giovedì 15 giugno 2017 15:42:38 UTC+2, massivan ha scritto:
>> e.........@gmail.com
>
>> Ciao a tutti
>> ho ritrovato in soffitta, in un cassetto, un rullino ferrania p3
>> pancromatica (36exp).
>> A occhio dovrebbe essere dei primissimi anni 60 :-0
>
>> A quanto ne so, il rullino a suo tempo fu usato, ma ovviamente mai
>> sviluppato.
>> E in effetti la pellicola è "dentro".
>
>> Dovrebbero esserci foto di famiglia (io ancora non ero nato, ma mancava
>> poco....)
>> e quindi mi preme non av*****armi in esperimenti che potrebbero
>> irrimediabilmente
>> compromettere il tesoro
>
>> mi chiedo, e vi chiedo: sarà ancora sviluppabile? (i.e. uscira fuori
>> qualcosa?)
>> a chi rivolgersi (roma ma anche fuori) per un lavoro serio?
>> come ultimissima ipotesi, che vorrei escludere, se la portassi a un
>> minilab? i dubbi qui sarebbero:
>> affidabilità del minilab quanto a qualità dei chimici usati, e tipo di
>> processo da utilizzare.
>> qualche anima pia più pratica di me è in grado di dare qualche dritta?
>
>> grazie mille
>> Enrico
>
>
> "massivan"
>
> Certo che è sviluppabile, ma cerca qualcuno pratico, non
> un pricipiante.


e' proprio quello che chiedevo...
John Smith 15 Giu 2017 15:46
Il 15/06/2017 14:22, enrico.manna@gmail.com ha scritto:

> a chi rivolgersi (roma ma anche fuori) per un lavoro serio?

Milano, Stu***** Fahrenheit

www.stu*****fahrenheit.it

M.
--
Credo che l'unica cosa da fare sia non prendersi troppo sul serio,
ridersi addosso, e sorridere spesso, così le rughe andranno nei posti
giusti....
(A. Vincenzi)
edi'® 16 Giu 2017 09:58
Il 15/06/2017 14.22, enrico.manna@gmail.com ha scritto:

> ho ritrovato in soffitta, in un cassetto, un rullino ferrania p3 pancromatica
(36exp). A occhio dovrebbe essere dei primissimi anni 60 :-0
>
> A quanto ne so, il rullino a suo tempo fu usato, ma ovviamente mai sviluppato.
> E in effetti la pellicola è "dentro".
>
> Dovrebbero esserci foto di famiglia (io ancora non ero nato, ma mancava
poco....)
> e quindi mi preme non av*****armi in esperimenti che potrebbero
irrimediabilmente compromettere il tesoro

E' passato più di mezzo secolo, molto dipende dalle condizioni
climatiche della soffitta: se il rullino ha passato tutto questo tempo
in una zona fresca a buia è un conto, se invece si tratta di una di
quelle soffitte nelle quali d'estate si arriva a 40° è un altro.

Se lo sviluppassi io... incrocerei le dita e forzerei lo sviluppo di un
paio di stop.
Oppure, e forse è meglio, mi procurerei una luce di sicurezza per
pellicole e alla fine del bagno di sviluppo (cioè prima di fissare)
darei un'occhiata per decidere se e quanto forzare.
Oppure ancora, forse proverei con lo sviluppare solo i primi centimetri
del rullo per capirci qualcosa in più.

E.D.
Peter & Pan © 20 Giu 2017 18:19
John Smith scriveva il 15/06/2017 :
> Il 15/06/2017 14:22, enrico.manna@gmail.com ha scritto:
>
>> a chi rivolgersi (roma ma anche fuori) per un lavoro serio?
>
> Milano, Stu***** Fahrenheit
>
> www.stu*****fahrenheit.it
>
> M.

Quoto

--
https://www.flickr.com ******* nicola_prisco/
Peter & Pan © 20 Giu 2017 18:20
edi'® ha pensato forte :
Questa è la cosa da fare.
......CUT
> Oppure ancora, forse proverei con lo sviluppare solo i primi centimetri del
> rullo per capirci qualcosa in più.
>
> E.D.

--
https://www.flickr.com ******* nicola_prisco/
Erasmo da Rotterdam 2 Ago 2017 12:03
edi'® <zorba@tiscali.it> ha scritto:

> Il 15/06/2017 14.22, enrico.manna@gmail.com ha scritto:
>
>> ho ritrovato in soffitta, in un cassetto, un rullino ferrania p3
pancromatica (36exp). A occhio
dovrebbe essere dei primissimi anni 60 :-0
>>
>> A quanto ne so, il rullino a suo tempo fu usato, ma ovviamente mai
sviluppato.
>> E in effetti la pellicola è "dentro".
>>
>> Dovrebbero esserci foto di famiglia (io ancora non ero nato, ma mancava
poco....)
>> e quindi mi preme non av*****armi in esperimenti che potrebbero
irrimediabilmente
compromettere il tesoro
>
> E' passato più di mezzo secolo, molto dipende dalle condizioni
> climatiche della soffitta: se il rullino ha passato tutto questo tempo
> in una zona fresca a buia è un conto, se invece si tratta di una di
> quelle soffitte nelle quali d'estate si arriva a 40° è un altro.
>
> Se lo sviluppassi io... incrocerei le dita e forzerei lo sviluppo di un
> paio di stop.
> Oppure, e forse è meglio, mi procurerei una luce di sicurezza per
> pellicole e alla fine del bagno di sviluppo (cioè prima di fissare)
> darei un'occhiata per decidere se e quanto forzare.
> Oppure ancora, forse proverei con lo sviluppare solo i primi centimetri
> del rullo per capirci qualcosa in più.

Se non ricordo male, luce rossa o giallo/verde super attenuata.
L'idea del campione non è male.
Peter & Pan © 2 Ago 2017 17:34
Scriveva Erasmo da Rotterdam mercoledì, 02/08/2017:
> edi'® <zorba@tiscali.it> ha scritto:
>
>> Il 15/06/2017 14.22, enrico.manna@gmail.com ha scritto:
>>
>>> ho ritrovato in soffitta, in un cassetto, un rullino ferrania p3
>>> pancromatica (36exp). A occhio dovrebbe essere dei primissimi anni 60 :-0
>>>
>>> A quanto ne so, il rullino a suo tempo fu usato, ma ovviamente mai
>>> sviluppato. E in effetti la pellicola è "dentro".
>>>
>>> Dovrebbero esserci foto di famiglia (io ancora non ero nato, ma mancava
>>> poco....) e quindi mi preme non av*****armi in esperimenti che potrebbero
>>> irrimediabilmente compromettere il tesoro
>>
>> E' passato più di mezzo secolo, molto dipende dalle condizioni
>> climatiche della soffitta: se il rullino ha passato tutto questo tempo
>> in una zona fresca a buia è un conto, se invece si tratta di una di
>> quelle soffitte nelle quali d'estate si arriva a 40° è un altro.
>>
>> Se lo sviluppassi io... incrocerei le dita e forzerei lo sviluppo di un
>> paio di stop.
>> Oppure, e forse è meglio, mi procurerei una luce di sicurezza per
>> pellicole e alla fine del bagno di sviluppo (cioè prima di fissare)
>> darei un'occhiata per decidere se e quanto forzare.
>> Oppure ancora, forse proverei con lo sviluppare solo i primi centimetri
>> del rullo per capirci qualcosa in più.
>
> Se non ricordo male, luce rossa o giallo/verde super attenuata.
> L'idea del campione non è male.

Adrei di luce rossa, per evitare sorprese, con la gialloverde super
attenuata si vederebbe ben poco. ed userei un vetrino smerigliato da
mettere tra il negativo e la sorgente luminosa in modo da avere una
diffusione migliore della luce.

--
https://www.flickr.com ******* nicola_prisco/

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Discussioni sulla fotografia | Tutti i gruppi | it.arti.fotografia | Notizie e discussioni fotografia | Fotografia Mobile | Servizio di consultazione news.